tecnica shabby

Il restyling dei mobili è un hobby creativo che ho scoperto da poco ma che mi ha subito affascinata. Seguivo una nota azienda di colori e ho avuto la possibilità di collaborare con il loro team creativo in qualità di superlovers. Ho così iniziato a fare dei lavori di restyling in casa mia e il risultato è stato così bello e soddisfacente che ci ho preso gusto… pian piano ho iniziato a ricolorare tutti gli angoli della casa!

Perchè dunque dedicarsi al restyling?

Perchè è un esperienza creativa non solo molto soddisfacente ma ti permette di personalizzare totalmente l’ambiente in cui vivi.. ti permette di cucirtelo addosso! Oggi viviamo in una società in cui si tende a far sparire l’unicità di ognuno di noi che invece è un meraviglioso dono che rende il mondo più colorato!! Inoltre il recupero dei vecchi mobili è sicuramente una scelta green…ci permette di non sprecare e creare rifiuti inutili.

Colora e colora è arrivato il momento di decidere cosa fare di un vecchio mobile che mi segue da anni e per il quale provo un particolare affetto.

Era il mobile di mia nonna e benchè ormai non fosse affatto adatto allo stile della mia casa mi ha continuato a seguire sempre.

Era giusto ricolorarlo?

Ci ho pensato tanto finchè ho preso coraggio e ho iniziato a dipingerlo….il risultato è stato incantevole!!

Ho usato la tecnica shabby a 2 colori e ho poi dipinto delle foglie… ma a parte questo ho deciso di apporvi una scritta sull’anta ribaltabile:

“Contiene polvere di poesia…..”

Perchè questa scritta? Perchè quello era il posto dove mia nonna riponeva tutte le sorprese riservate per me….le meravigliose sorprese che solo una nonna può fare alla sua nipotina…

E così quel vecchio mobile nella sua veste ricolorata continua a parlarmi dei bellissimi momenti che passavo con mia nonna.

Dunque perchè decidere di effettuare il restyling di un vecchio mobile?

Per risparmiare, per preservare l’ambiente …ma soprattutto per continuare a sentire la propria storia.. perchè ogni oggetto porta con se un pochino di noi !

Come effettuare la tecnica shabby a 2 colori

Ci sono vari metodi per creare un un effetto shabby sui tuoi vecchi mobili in legno.

La tecnica di cui ti parlo in questo articolo renderà i tuoi mobili di una tonalità bianca arricchita da nuance pastello che renderanno l’oggetto delicato e romantico, arricchendolo di un non so chè di vissuto e antico.

La tecnica de me utilizzata è la seguente :

  • Pulire accuratamente la superficie del mobile da trattare e rimuovere eventuali residui di cera. Se l’effetto che vuoi dare è fortemente anticato puoi ripulire il mobile anche con delle vecchie retine abrasive per stoviglie che velocizzeranno l’operazione e creeranno una base ruvida che creerà un effetto anticato molto forte.  Mi raccomando di seguire sempre il verso della venatura del legno per non creare graffi antiestetici che rovineranno l’effetto finale.
  • Dare una prima mano di cera sul piano pulito laddove si desidera lasciar intravedere il legno sottostante: modanature, spigoli, bordi…. (Esistono vari tipi di cera in commercio che possono essere utili come base. La base di cera permetterà di facilitare la fase di carteggiatura che è fondamentale per l’effetto shabby.)
  • Dare una  PRIMA MANO di colore: Dipingere il mobile con il primo colore scelto e lasciare asciugare bene ( almeno 2 ore, ma leggi sempre le schede tecniche del prodotto scelto).
  • Lasciare asciugare il colore e carteggiare nel senso della venatura del legno utilizzando una spugnetta abrasiva a grana media, fino a vedere affiorare la venatura del legno nei punti voluti.
tecnica shabby
  • Dare una seconda mano con il secondo colore scelto (nella foto ho scelto un verde acqua). La seconda mano va data con discrezione. Usare un pennello piatto intinto leggermente nel colore e passarlo in maniera leggera non coprendo totalmente il colore sottostante. Lasciare asciugare e carteggiare con delicatezza insistendo maggiormente nei punti in cui vogliamo sia più evidente il primo colore.
  • Insistere con la carta abrasiva maggiormente dove si desidera far affiorare le venature. Lavorare sui punti esteticamente più belli come nodi, imperfezioni, scheggiature: insomma tutto ciò che renderà visibile il vissuto del legno e che danno alla tecnica shabby il fascino dell’antico.
  • Se si vuole rendere più duraturo e resistente il piano applicare un ulteriore mano di cera da finitura e lucidare con un panno di lana o un tampone di lana di agnello per lucidatura. Si può anche optare, nel caso sia un mobile da bagno o cucina per una vernice di finitura opaca.